Asolo e Dintorni

Zona abitata già nel periodo neolitico, fu importante centro romano. Dopo aver subito numerose distruzioni nel periodo barbarico, passa spontaneamente sotto la giurisdizione della Serenissima Repubblica di Venezia nel 1300. Ma l’avvenimento determinante per il suo sviluppo è l’arrivo di Caterina Cornaro, Regina di Cipro. Appartenente alla nobile famiglia veneziana, Caterina viene data in sposa a Jacopo di Lusignano, re di Cipro nel 1473, dove regnò anche dopo la morte del marito. Quando la Repubblica Veneta la richiama in patria nel giugno 1489, le viene assegnata la signoria di Asolo, quale dorato esilio. Divenne infatti una piccola perfetta capitale di cultura, mondanità e cortesia. Pietro Bembo la seguì e molti altri letterati frequentarono la sua corte.

L’impronta architettonica tuttora evidente, i palazzetti gotici affrescati, la torre del Castello, fanno trasparire il grande splendore che la piccola città acquisì in quel periodo. Dopo la lega di Cambrai, Caterina e la sua corte lasciano Asolo e si ritirano a Venezia nel 1509.

Asolo si trova in una posizione strategica per la visita di innumerevoli luoghi di interesse storico ed artistico ed è splendidamente situata in collina, con uno dei più bei panorami del Veneto.
E’ situata a un’ora dall'incomparabile Venezia, da Vicenza, da Padova e a mezz’ora da Treviso.

Nei dintorni si possono visitare alcune della più famose ville di Andrea Palladio, fra cui Villa Barbaro a Maser o Villa Emo a Fanzolo.

A pochi chilometri la Gipsoteca e il Tempio di Antonio Canova, oppure Bassano del Grappa, con il bellissimo ponte palladiano. Poco più lontano si trova Marostica con la sua famosa Piazza degli Scacchi, dove ogni due anni viene giocata una partita a scacchi con figuranti.

Asolo rimase sempre ed è ancor oggi luogo particolarmente gradito e caro ad artisti e uomini di cultura. Giosuè Carducci la chiamò “la città dei cento orizzonti”.
Eleonora Duse abitò ad Asolo e qui è sepolta nel piccolo cimitero di Sant’Anna. La frequentarono Gabriele D’Annunzio, Arturo Toscanini e moltissimi altri nomi illustri e qui vissero, tra gli altri, Robert Browning, Francesco Malipiero, Freya Stark.

Qui hanno luogo svariate manifestazioni culturali tutto l’anno.
In primavera il Festival Internazionale di Musica Classica "Malipiero Concerti" e il Premio Internazionale Biennale d'Arte di Asolo; a settembre il Festival Internazionale di Musica da Camera "Incontri Asolani" e il Festival del Viaggiatore, una kermesse di incontri culturali diffusi in tutto il borgo ed il premio letterario Segafredo Zanetti.
Nel mese di giugno si svolge il "Palio di Asolo e dei 100 Orizzonti”, competizione in cui le frazioni di Asolo si sfidano trainando delle bighe romane lungo un percorso in salita di circa 1.800 metri. La manifestazione è nata nel 1993 per rievocare l'arrivo della regina Caterina Cornaro ad Asolo, sopra la biga una ragazza in vesti storiche rappresenta la regina che nel 1489 entrava trionfante in Asolo per prendere possesso del suo nuovo regno.
Ogni seconda domenica del mese si tiene uno storico e rinomato mercatino dell’antiquariato.

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed

Usiamo i cookies per rendere possibile il corretto funzionamento del sito web per ogni utente; utilizzando il nostro sito, accetti le nostre modalità di utilizzo dei cookies. Ulteriori informazioni